Valerio Gentili

VOLEVAMO TUTTO

La guerra del Capitale all’antifascismo: una storia della Resistenza tradita

«Se il movimento proletario seguisse la via intrapresa dal centrismo non otterrebbe altro che uno Stato “legalmente” borghese, ristabilito – somma ironia! – dai comunisti, con un esercito “politico” comandato dai generali di Badoglio […], con i carabinieri, con una polizia avente compiti e funzioni anticomuniste, con una parziale  “nazionalizzazione” diretta dagli stessi capitalisti, con la proprietà agraria nelle stesse mani di prima, con il controllo del capitale anglosassone, i debiti di guerra,  le distruzioni, la miseria, la disoccupazione» (Gruppo “Stella Rossa” – Torino, lettera al Partito comunista, estate 1944).

 

Nel corso del 2015, due anniversari hanno segnato in modo importante la propaganda di un assetto politico – quello capitalista – talmente potente da manovrare a suo piacimento la memoria storica insieme alla percezione del presente.

I «festeggiamenti», nella fattispecie, hanno riguardato i settant’anni trascorsi dalla Liberazione italiana dal nazifascismo e il secolo che ci separa dalle trincee della Grande Guerra.

Due ricorrenze che recano, per la Sinistra, un fardello doloroso e ingombrante: la prima guerra mondiale, infatti, produsse il fascismo e quest’ultimo fu all’origine della seconda.

La Sinistra perse, inizialmente, la battaglia contro la guerra e poi quella contro il fascismo.

Cosa determinò questa duplice sconfitta? E perché, successivamente, con la vittoriosa parentesi resistenziale, non si riuscì a sconfiggere, insieme al fascismo, quell’ordine sociale ed economico che ne era stato all’origine?

Rispondendo a queste domande, Valerio Gentili dà corpo a una storia scomoda e normalmente rimossa dalle narrazioni main stream, restituendo la parola a una Resistenza che continua ad accusare l’uso strumentale di un patrimonio di valori antitetici non soltanto rispetto alla politica di riconciliazione del secondo dopoguerra, ma anche e soprattutto in rapporto agli schemi imposti oggi dai trattati internazionali e dall’Unione Europea.

14.00 13.30

Scheda Bibliografica

Autore VALERIO GENTILI
Pagine 144
Formato 13×20 cm, brossurato con bandelle
Collana Unaltrastoria
ISBN 9788867181247

Ti potrebbe interessare…