NO JUSTICE NO PEACE

Storia militante delle lotte per l’autodeterminazione afroamericana

Dal 2008 in poi, l’acutizzarsi della povertà e della segregazione razziale negli USA ha fatto riesplodere tensioni a lungo compresse tra le mura dei ghetti. Prima fra tutte quella afroamericana che, in questo modo, irrompe violentemente nel discorso pubblico. Attorno alle proteste contro la brutalità poliziesca si coagula tutto il vissuto storico di un popolo in lotta da oltre quattro secoli. Tornano a galla storie radicali e irriducibili, profondamente sedimentate nella coscienza collettiva nera e ben più scomode delle sbiadite iconografie, ormai pacificate, costruite sulle citazioni del pastore King o dei guanti neri di Smith e Carlos. Riemerge, dalla damnatio memoriae a cui è stata relegata, una storia fatta di resistenze, evasioni, sommosse, arte e contropotere. Dalle rivolte degli schiavi nel Sud alle lotte anticoloniali africane, dai diritti civili al black power, dall’hip hop alle gang, dal Black Panther Party al Black Lives Matter, i dannati delle metropoli americane non hanno mai cessato la loro lotta per l’autodeterminazione.

16.00 15.20

Scheda Bibliografica

Autore Gioacchino “Jack” Orlando
Pagine 226
Formato 13×20, brossurato con bandelle
Collana Unaltrastoria
ISBN 9788867180165

CONTENUTI EXTRA

Gioacchino “Jack” Orlando interviene sul tema “Dal Black Panther Party a Black Lives Matter” (a cura di Parma Antifascista)

 

Gioacchino “Jack” Orlando interviene sul tema “Cosa sta succedendo in America”? (a cura di Casa del Popolo – Campobasso)