Il Fronte Rosso


Storia popolare della guerra civile spagnola

La guerra civile spagnola ha rappresentato, per una lunga fase del Novecento, il paradigma stesso del concetto di guerra civile.

Difficilmente in altri momenti storici si è determinata una frattura così netta, così evidente e così ben delineata all’interno di uno
stesso contesto nazionale.

Due fazioni, quantitativamente e geograficamente simili, si contrapposero per tre lunghi anni dando vita a una vicenda giustamente descritta come «epopea» da molti commentatori.

Varie volte definita come «ultima grande causa» o «momento definitivo nel cammino verso la seconda guerra mondiale», la guerra civile spagnola travalicò velocemente i confini iberici, diventando il terreno di scontro su cui la nascente ideologia fascista sferrava un attacco senza precedenti contro il campo comunista e libertario.

Con l’ausilio di preziosi documenti e attraverso un’analisi avvincente, Il fronte rosso ricostruisce la storia della guerra civile spagnola concentrandosi sul punto di vista del movimento operaio e delle sezioni dell’Internazionale Comunista.

Una scelta decisiva, sia per comprendere la dimensione europea del conflitto, sia per dare voce a quella parte rilevante della popolazione spagnola che, insorgendo, scelse di rispondere con la lotta armata al proditorio colpo di stato fascista.

Prefazione di Marco Puppini

Categoria:

6.99

Scheda Bibliografica

Autore Alessandro Barile
Pagine 200
Formato E-book
Collana Unaltrastoria
ISBN 9788867180608