⭐ Speciale 25 Aprile ⭐ I PARTIGIANI RACCONTANO

"Il libretto rosso della Resistenza" e "Giorni di fuoco" di Silvio Micheli

In occasione del 25 APRILE, la RED STAR PRESS propone una lettura della RESISTENZA al di fuori dei soliti schemi celebrativi, per rendere omaggio a due aspetti strettamente collegati al piano della lotta: l’organizzazione militare dei partigiani (“Il libretto rosso della Resistenza”) e la loro capacità di arrivare a sostenere vittoriosamente anche battaglie in campo aperto (“Giorni di fuoco”) al di là delle innumerevoli ed eroiche azioni di “guerra di guerriglia”.

IL LIBRETTO ROSSO DELLA RESISTENZA A cura di Cristiano Armati. Introduzione di Pietro Secchia (160 pp)

Negli anni bui dell’occupazione nazista, la strada che condusse l’Italia all’insurrezione popolare fu animata da fortissimi ideali, ma portata avanti fino alla vittoria da rigorosi piani di tipo militare che, forgiati sul terreno della lotta, consentirono ai partigiani di tendere imboscate, interrompere le comunicazioni del nemico, sabotare i suoi mezzi, impadronirsi delle sue armi e condurre in porto azioni di rara efficacia contro le armate hitleriane e i loro alleati in camicia nera. Il Libretto rosso della Resistenza raccoglie le istruzioni elaborate dal Comando del Corpo Volontari della Libertà e delle Brigate d’assalto Garibaldi e diffuse a tutti i partigiani impegnati sull’aspro terreno della guerriglia.

GIORNI DI FUOCO di Silvio Micheli (272 pp)

Che si sia combattuta tra gli impervi sentieri di montagna o nelle insidiose vie delle città, la guerra di Liberazione seppe scrivere pagine di acceso eroismo arrivando a sfidare il nemico in campo aperto e sostenendo battaglie condotte da partigiani inquadrati in reparti regolari, che operavano in base a piani coordinati da Comandi in grado di concepire e portare a termine manovre a largo raggio. Fu così che nei momenti decisivi del conflitto i partigiani riuscirono a sferrare alle truppe nazifasciste colpi particolarmente duri, liberando parti importanti del territorio italiano ben prima dell’arrivo degli Alleati. Con la penna del grande scrittore e l’accuratezza dello storico, Silvio Micheli raccoglie le testimonianze dei partigiani e racconta le loro imprese: dalla liberazione di Cuneo alla lotta per salvare dalla distruzione il porto di Genova, dalla battaglia di Montefiorino alla guerra partigiana in Friuli e in Romagna, dalle gesta della «pattuglia fantasma» a quelle del «Battaglione Stalin» e molto altro ancora. Giorni di fuoco è un libro scritto tra il crepitare delle mitragliatrici e i colpi sordi dei mortai, un resoconto in presa diretta delle tante, eroiche, e spesso sconosciute imprese, che consentirono ai partigiani di concludere vittoriosamente la loro lotta per la giustizia e la libertà.

Categoria:

31.00 24.00

Ti potrebbe interessare…